Folignano

Dopo il sisma del 2016 il territorio si era visto privato di tutte le strutture di aggregazione: locali pubblici, privati, palestre e piazze non potevano più essere utilizzati.

Per ricompattare la vita di comunità, la diocesi di Ascoli Piceno aveva donato all’amministrazione comunale un container come punto di appoggio per tutte le realtà che ne erano rimaste sprovviste. Con il tempo, e grazie a un intenso lavoro di condivisione e di integrazione tra ragazzi del luogo e giovani ospiti del Gus, il container è diventato un punto di incontro per le associazioni e per le attività del territorio.

Nel periodo natalizio 2018 e nella successiva primavera, le associazioni avevano unito le forze dando vita a due preziosi momenti di aggregazione: uno per le famiglie, in prossimità del Natale, e l’altro in primavera, dedicato ai giovani, protagonisti di laboratori creativi, culturali e sportivi che avevano visto la partecipazione di oltre 200 bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado attive sul territorio comunale.

Collante delle manifestazioni erano stati la condivisione delle finalità e il riconoscimento di alcune tra le più importanti priorità dei residenti: percorso ispirato dalla mission del progetto ‘Scuola di Community Manager’, il piano avviato per ricostruire il tessuto sociale del paese e dare seguito ai bisogni delle persone. Il progetto vede l’impegno diretto dell’Amministrazione comunale, del ‘Laboratorio della Speranza’ e della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno il cui sostegno rientra nell’ambito degli interventi a supporto della famiglia.

Incoraggiate da questo momento di profondo coinvolgimento, le associazioni avevano trovato l’energia per spingersi oltre e proseguire con un ulteriore step: creare una associazione di secondo livello per dare ancora più forza alle proprie attività con la condivisione di intenti e l’ampliamento dei mezzi. Così nell’ottobre 2019 era nata SO-STARE, partita con 15 associazioni fondatrici ma che già oggi ne conta più di 20.

Lascia un commento